Something has changed!

Se ripenso a me stessa, un anno o due fa, vedo una ragazza di 14 anni che sapeva solo di chiamarsi Sara De Punzio e che non aveva uno scopo o qualcosa per cui vivere…non aveva mai provato a capire chi era veramente e chi erano le persone che le stavano attorno.  Non aveva interessi particolari ed aveva smesso di provare a trovare una sua strada, un cammino da seguire e da non abbandonare.

Poi…qualcosa è cambiato, anche se tutti penseranno che questa è una delle solite storielle un po’ truzze che si raccontano tanto per dire che IO sono IO e basta e voi non siete nessuno…ma io possogarantire che non è così, non lo è affatto! 🙂

Ricordo ancora quel momento, come forse il momento più bello della mia vita =)…

Per la prima volta mi sono sentita qualcuno…me stessa! E da lì in poi non ho mai smesso di esserlo…

Ma non è, appunto successo tutto per caso 🙂  NO.  Se è accaduto è solo grazie alla musica, al rock a agli WHO…e all’uomo che ha cambiato tutto, che mi ha dato una ragione di vita, che mi ha fatto capire che ci si deve esprimere e che dentro di noi c’è tutto il necessario per raccontare una storia, la nostra storia e cambiare le cose, sempre, perché non è mai detta l’ultima parola e perché manca sempre qualcosa nel mondo, che solo noi, con la nostra personalità, le nostre scelte e tutto ciò al quale diamo vita, possiamo aggiungere e completare :)!

PETE TOWNSHEND non era un diaciannovenne qualunque quando ha iniziato a suonare con i suoi compagni Roger, Keith e John…era molto di più, e continua ad esserlo tutt’ora.

Sapete…tutti a scuola, tante volte, mi dicono che io sono fissata, che è solo un vecchio qualunque che suona la chiatrra e che devo smetterla di nominarlo dicendo che è speciale per me e che è qualcuno di magico ed importante, essenziale, perché sono tutte esagerazioni e cazzate.

Io spero solo che tutti quelli che dicono certe cose, leggendo questo articolo, capiranno che NON è così!

E potranno anche sapere che la prima volta che, su LIVE TV, io ho visto un suo concerto con la sua band dal vivo, mi sono sentita per la prima volta speciale anch’io;  che ascoltando Tommy, una vera e propria opera rock scritta da lui, ho capito che avevo la mia vita in mano…e che la prima conzone che ho scritta l’ho dedicata a lui, che forse capisco meglio di ogni altra persona sulla terra, ma che non avrò forse mai la possibilità di vedere, di incontrare e di sentire suonare dal vivo…e che quella canzone è stata solo la prima di una lunga serie, che è nata spontanea dalla mia esperienza di vita quotidiana, dai dolori, da valori, dalle sofferenze e dalle gioie che ogni giorno la vita mi mette davanti.

Ed infine, che dopo un anno di pausa e di cretinate, ho ripreso in mano la mia chitarra ed ho ricominciato a suonare e ad imparare…

Ed ho reso felice mio padre, che mi supporta sempre in questo campo, quando l’altroieri gli ho detto che quest’estate, con calma, voglio imparare a suonare anche la tastiera che lui, per il lavoro e gli impegni non è mai riuscito a continuare a studiare.

 

YEAH…SOMETHING HAS CHANGED!

 

ONLY BECAUSE OF YOU, PETE =)

Annunci

4 thoughts on “Something has changed!

Dimmi cosa ne pensi: lascia un commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...